Arte Africana                                                                     www.africarte.it

African Art - Art Africain - Africart - Arte Africana - Tribal Art                                                                                     (Sito ottimizzato 1024 x 768)

home      etnie      mappe etniche     foto storiche    consigli      expertise      curiositÓ      miti e leggende      masterpieces      collezioni      links      mail      contatti

 

MAMBILA: kiavia mask

 

 

               

 

 

 

Maschera cimiero   " Kiavia "  - Mambila : Regione dell'Adamaua, confine Nigeria-Camerun

Legno, pigmenti policromi, patina crostosa, metallo, spine di cuore di legno, cestino di fibre vegetali, materiale sacrificale, patina d'uso. Dimensioni: h cm 40 x L cm 31 x p cm 24 (nella prima e nell'ultima fotografia in dimensione reale)

Il popolo Mambila abita in una vasta area che si trova a sud delle montagne dell'Adamaua, proprio in una zona di confine tra la Nigeria ed il Camerun. Durante le celebrazioni chiamate "suaga", festeggiate due volte all'anno, all'inizio ed alla fine di ogni ciclo agricolo, vengono usate per la danza diversi tipi di maschere. Di norma le donne sono escluse dal partecipare a tali feste mascherate alle quali non possono neanche assistere come spettatrici. Le scarse informazioni che abbiamo su questa rara maschera antropomorfa  (Kiavia)  sono state ottenute dalla narrazione di un "autentico anziano" del villaggio. Come viene indicato in precedenti filmati, fotografie e documenti, queste maschere sono associate, per la completezza, a dei costumi molto colorati e si esibiscono in danze, come la "Suaga" ed altre ancora, di cui non si conosce il significato, sempre come cimiero.

Le opere dei Mambila hanno uno stile unico e facilmente riconoscibile. Il disegno formale della maschera  "Kiavia" corrisponde perfettamente al genere di intaglio e di rappresentazione delle sculture dei Mambila. La faccia viene rappresentata a forma di cuore, concava, con occhi cilindrici tra i quali spicca un' inusuale forma del naso. A ridurre la forma allungata dell'ovale del volto Ŕ la forma della bocca, le cui labbra sono ancor messe in rilievo e danno l'illusione di essere ben pi¨ spesse per la posizione di contrasto con la generalitÓ delle righe e dei segni posti in verticale. E' dipinta secondo i colori caratteristici dei Mambila, accostati ed enfatizzati alle forme a volte asimmetriche delle superfici che rendono le maschere incontestabilmente espressive. Sul significato e sul simbolismo dello schema dei colori non possiamo che restare nel campo delle ipotesi. Teniamo a sottolineare che le costose polveri cosmetiche usate vengono importate dalle regioni delle foreste dell'ovest, vicino al "grassland" e che questa "importazione" pu˛ servire ad enfatizzare la solidarietÓ con le altre comunitÓ. Nei tempi pi¨ antichi le maschere  "Kiavia" venivano costruite in argilla ed oggi questo tipo Ŕ valutato maggiormente che non quello in legno, presumibilmente a causa della fragilitÓ dell'argilla e conseguentemente per la maggiore raritÓ.

Marcello Lattari

 

GEBAUER, 1979; NORTHERN, 1988, pag.185; SCHWARTZ, 1972; ZEITLYN, n.d.

Bibliografia: AFRICAN MASKS, n░ 59 - Prestel-Munich-London-New York-2002

 

 

 


 

home      etnie      mappe etniche     foto storiche    consigli      expertise      curiositÓ      miti e leggende      masterpieces      collezioni      links      mail      contatti

 

I diritti, i testi, i nomi, i marchi e i banner riprodotti in questo sito sono di proprietÓ dei rispettivi titolari.

Le immagini, anche se non coperte da copyright, sono di proprietÓ degli autori delle opere riprodotte.